Un terrazzo-giardino bianco e blu a Creta

Spunti un po’ folli per rinnovare e rallegrare i nostri spazi.

(Laura Caratti) In questo periodo in cui non si possono fare progetti di vacanze, sfogliando le vecchie foto ne ho ritrovate alcune molto particolari. Un angolo di Creta che ricordo con vero piacere perché si trovava all’inizio di un viaggio indimenticabile.

Le soluzioni adottate per decorare questo giardino sono un po’ folli, ma di grande effetto. Purtroppo non ricordo il nome del paesino, si trova molto vicino alle stupende gole di Imbros.
Nulla di costoso… in Grecia è così, però un posto in cui si stava davvero bene. Ci ritorno virtualmente grazie a questo post.

Vai con le foto… e ci ritroviamo alla fine con qualche indicazione di ciò che si può visitare nella parte est di Creta.

il terrazzo del ristorante

il pavimento è semplicemente di cemento, decorato. E’ una soluzione che i greci adottano spesso per vivacizzare le pavimentazioni

il bianco della calce, poi azzurro e tanto blu. I colori del mare e della libertà

pietre, oggetti, cocci, vasi… non si butta nulla

I contenitori per le piante sono di ogni tipo: vasi di plastica, orci, latte, ciotole, pentole… tutto può servire, basta zavorrare i vasi troppo leggeri aggiungendo qualche pietra.

x

Q

L’ingresso dell’appartamento

il bilocale nel quale abbiamo soggiornato per un paio di notti

Come

Come probabilmente avrete notato, i materiali di base sono decisamente poveri, sono stati dipinti in modo rapido e approssimativo utilizzando la vernice che si usa per le barche.
Un po’ folle, barocco, kitsch? Beh… diciamo pure di sì, però l’effetto è allegro, curioso e piacevole.
Mi auguro troviate idee che possano solleticare la vostra creatività, nel frattempo ripercorro alcune tappe del viaggio di giugno 2019.


Per chi ha intenzione di fare una vacanza a Creta il mio consiglio è: documentatevi bene perché è un’isola grande e molto stimolante per chi ama viaggiare, ma poi… lasciate anche al caso perché sicuramente ci saranno sorprese.

i colori della macchia mediterranea

le oche sulla spiaggia di Preveli

uliveti nel nord-est dell’isola

il sentiero panoramico per Agia Roumeli

incontri inaspettati durante gli spostamenti in auto

Gole di IMBROS – Dracunculus vulgaris

Gole di IMBROS

Gole di IMBROS

lungo la Gola di Zakros o Gola dei Morti

bagno ristoratore nel torrente – Gola di Zakros

dintorni di Kato Zakros

Spinalonga che all’inizio del 900 divenne un lebbrosario: una comunità totalmente autosufficiente ed isolata dal resto del mondo che ospitava malati arrivati da tutta l’Europa. Nel villaggio vivevano anche medici, sacerdoti, negozianti, artigiani e scuole per i bambini, e quello che non veniva prodotto sull’isola arrivava dall’esterno, lasciando i rifornimenti su un moletto ed evitando qualsiasi contatto.

Infine, mi permetto di consigliarvi una sosta a Mochlos  Bellavista Rooms dove l’amica Katia Pasquale affitta un paio di monolocali molto puliti, accoglienti e funzionali. Potrebbe essere un ottimo punto di partenza perché non è distante Heraklion. Katia è una ragazza di Milano molto gentile che parecchi anni fa si è trasferita a Creta e saprà darvi indicazioni utili per il viaggio.


LAURA CARATTI (Laura Caratti)
Da più di trent’anni il mio mestiere (e la mia passione) è costruire libri, sono una grafica editoriale. L’interesse per la montagna, la natura, il disegno, la fotografia, le piante e i giardini mi ha spinta a cercare collaborazioni con editori interessati a questi argomenti ed è stato così che ho incontrato Blu Edizioni di Torino.
Nel 2016 ho ideato e scritto con i miei amici il libro di giardinaggio che avrei sempre voluto trovare in libreria: “IL GIARDINO SVELATO – Giardinieri esperti e appassionati raccontano come inventare il proprio giardino”
Anche il nuovo libro nasce da un desiderio e da una curiosità personale: è possibile faticare meno in giardino?
Per costruire “IL GIARDINO PIGRO – Esperienze, idee e suggerimenti per faticare meno e godersi di più il giardino” ho interpellato una quindicina di autori, sono appassionati di lunga data che hanno accettato con entusiasmo di condividere le loro preziose esperienze e mi hanno insegnato molto.
La mia passione per le piante è iniziata con i bonsai e con qualche erbacea perenne che inserivo e curavo nel giardino di mia madre. Da circa 15 anni ho un piccolo giardino in pianura, nella provincia di Torino.

4 pensieri su “Un terrazzo-giardino bianco e blu a Creta

  1. Bonjour Laura .Un rayon de soleil votre article dans cette période bien morose .Merci à vous pour cette belle évasion .
    Je vous souhaite un beau printemps serein dans votre beau jardin et vos diverses activités .
    Emmanuelle

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...