Il circo delle cinciallegre

… per un magico Natale!
Trapezisti, acrobati aerei ed equilibristi direttamente a casa vostra.
Uno spettacolo indimenticabile per grandi e piccini con minima spesa. Siori affrettatevi! 

Le repliche continueranno fino a marzo.

Le cinciallegre e cinciarelle abitano i nostri boschi ma si avvicinano facilmente anche alle case. Il circo che ho allestito, malgrado si trovi nel centro del paese, è molto frequentato.

Con il freddo è facile attirarle perché in inverno si trovano ad affrontare vari problemi: il terreno reso duro dal gelo non permette loro di catturare gli invertebrati che vivono nella terra, le giornate corte limitano le ore di caccia e il cibo scarseggia proprio quando avrebbero bisogno di maggiori energie per riuscire a mantenere il calore corporeo. Negli inverni freddi molti uccelli perdono il 10% o più del loro peso durante la notte.

Le mangiatoie ritratte in queste foto sono dedicate alle cince, è preferibile posizionarle in un luogo riparato perché a differenza delle casette tradizionali non proteggono il cibo dalle intemperie.
Hanno però il vantaggio di selezionare gli avventori: qualche verdone talvolta prova a cibarsi ma solo le cince acrobate sanno come muoversi ed utilizzarle.

La lista dei cibi graditi è vasta, le arachidi risultano particolarmente indicate perché sono pratiche e molto nutrienti. Pare che una cinciarella possa mangiare da sola fino a mezzo chilo di arachidi in un inverno. Non stento a crederlo, le mie potrebbero superare tutti i record…
Bisogna però evitare tutti i cibi speziati o salati perciò le noccioline salate non sono adatte.

Ho realizzato la ghirlanda che vedete in foto infilando le arachidi con ago e filo, ho poi fissato la “collana” sulla solita corona di salice che riciclo di anno in anno usando i legacci in rafia da giardiniere (quelli con un’anima metallica). Quando i baccelii sono svuotati sostituisco la collana, nel mio caso direi dopo 10-15 giorni, ma dipende dall’affluenza. I pacchettini/regalini sono fette di lardo arrotolate.

 

Ho costruito altre mangiatoie oscillanti usando cestini e zucche lagenarie ripieni di semi di girasole e biscotti (ma si può usare anche panettone, uvetta, croste di formaggio). Temevo che le cince si lasciassero impaurire dalle palline natalizie (che sono solo decorative) invece non se ne preoccupano minimamente, anzi ci giocano…

La zucca lagenaria quando è ben stagionata ha consistenza simile a quella di un cartone duro e compatto perciò si riesce ad incidere abbastanza facilmente con un cutter. Ho usato colori acrilici metallici per decorarle e le ho rifinite con una passata di flatting per imbarcazioni per proteggerle da pioggia e neve.

Le campane per gli uccelli sono un ottimo sistema per fornire bocconi ricchi di grasso agli uccelli acrobati. Negli anni ’50 il naturalista inglese H. Mortimer Batten rese famoso questo sistema che permette di utilizzare avanzi e semi legandoli con una base grassa (strutto o burro). Uno dei vantaggi della campana per uccelli è che dura molto a lungo prima di dover essere riempita di nuovo. Ho usato contenitori di plastica perché sono leggeri e pratici ma si potrebbero usare anche vasetti di coccio non forati.
Un’altra soluzione è quella di appendere mezza noce di cocco, le cince sono ghiotte di cocco. Oppure si possono usare grandi pigne aperte in cui si è colato burro ammorbidito (questa la proverò).

Voi direte… e gli altri? Ci sono mangiatoie anche per loro, sparse nel resto del giardino, inoltre i passerotti e il pettirosso mangiano a terra le briciole che lasciano cadere le cince.


Una raccomandazione che spesso ho letto nei testi che trattano questo argomento è quella di non sospendere i rifornimenti. Una volta cominciato dovremo proseguire finché, con l’arrivo della primavera, la popolazione che teniamo in vita non sarà in grado di provvedere a se stessa.
Laura Caratti


Qualche riferimento bibliografico:

  • Come nutrire gli uccelli selvatici intorno a voi e proteggerli dalle intemperie – Tony Soper – Zanichelli. Pubblicato per la prima volta nel 1965 esiste anche in versione italiana ma è fuori catalogo quindi difficile da reperire. Un peccato questo libro raccoglie moltissime informazioni e ci sono addirittura ricette, in particolare quelle della scuola culinaria “Cordon Bird” 🙂 . E’ un libro davvero carino e completo, non so se ne esistono altri di questo livello.
  • Gli uccelli delle Alpi. Come riconoscerli, dove e quando osservarli – Bruno Caula, P. Luigi Beraudo, Massimo Pettavino – è una guida completa e dettagliata sul riconoscimento delle 130 specie che frequentano l’arco alpino. Non fornisce indicazioni sull’alimentazione artificiale ma riporta splendide foto che aiutano il riconoscimento, indicazioni su dieta, habitat, distribuzione.

 

Sempre per i birdwatcher segnalo un bellissimo video che raccoglie immagini fantastiche, riprese ravvicinate e istruzioni precise in merito a come nutrire i nostri visitatori. E’ curato da Vine House Farm un’azienda agricola inglese specializzata in alimentazione artificiale per uccelli selvatici.  Per vederlo cliccate —–> QUI

 

Annunci

10 pensieri su “Il circo delle cinciallegre

  1. Bonjour Laura .Merci pour le détail de vos explications pour ce resto cinq étoiles .J’adore les citrouilles et je croyais que c’était en céramique merci pour l’idée .Les petites cloches sont adorables et la recette seras suivie ici .
    Toute vos photos sont magnifiques et c’est une belle réussite votre Noël magique pour les petits trapézistes qui s’en donnent à cœur joie .
    Je vous souhaite un merveilleux Noël avec ceux qui vous sont chers et une très belle fin d’année .
    Ce fut un plaisir de vous suivre en 2017 et je suis partante pour une année 2018 .
    Amitié .
    Emmanuelle

    Mi piace

    • Aussi pour moi c’était un plaisir de vous avoir à côté, réciproque les meilleurs vœux pour votre magnifique jardin et pour vos visiteurs à plumes et surtout pour vous
      (non sono sicura della traduzione, ma so che mi comprendi)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...