Rose: eliminiamo i germogli superflui

Laura Caratti – Un piccolo trucco che aiuta ad avere rose sane e rigogliose. Dopo la potatura, la mia routine prevede: passata di poltiglia bordolese e un pochino di concime per le rose giovani o poco sviluppate che hanno bisogno di un ricostituente.
Con le prime giornate calde di marzo la risposta è immediata e le rose cominciano ad aprire le gemme che a volte sono tante… anche troppe.

Prevenire è meglio che curare: per evitare di trovarmi a fine giugno con arbusti troppo folti facilmente attaccabili da patologie fungine e parassiti, preferisco intervenire subito sollevando la pianta da un inutile e dannoso dispendio di energie.

Inoltre mi risparmio il lavoro di sfoltimento estivo. Come sappiamo ogni potatura prevede tempi di cicatrizzazione e possibili infezioni, pertanto è necessario utilizzare strumenti ben affilati, disinfettati ecc.
Adesso invece posso usare solo le mani e con un’operazione rapida e indolore elimino le gemme o i germogli spuntati nel posto sbagliato.

Nello schemino ho illustrato alcuni casi in cui sopprimo le gemme senza esitazioni:

1 – gemma spuntata nell’intersezione tra due rami che non ha spazio per svilupparsi;

2 – due o tre gemme spuntate dallo stesso occhio, si sceglie quella più forte e orientata correttamente;

3 – due germogli e che si scontreranno durante la crescita, anche in questo caso si sceglie il più forte o si decide in base alla possibilità di svilupparsi;

4 – nelle rose appoggiate a un muro: tutte le gemme che si dirigono verso il muro devono essere eliminate;

inoltre…

5 – tutte le gemme che hanno un orientamento sbagliato, magari verso il basso, oppure che sono deboli, oppure quelle che sottraggono linfa ad una gemma che è più importante per l’equilibrio estetico della pianta;

6 – Le gemme orientate verso il centro dell’arbusto, se sono troppe è preferibile eliminarle in modo da garantire circolazione di aria e luce.

In pratica valgono le solite regole della potatura, quelle che io ho imparato facendo pratica con i bonsai, le rose hanno però il vantaggio di essere molto più resistenti e pazienti.

Annunci

5 thoughts on “Rose: eliminiamo i germogli superflui

  1. Grazie!! Consigli preziosi ,per avere più cura dei nostri rosai, che non si trovano facilmente e così nel dettaglio….poi il vostro libro giardino come lo chiamo io …è già di per se continua fonte di ispirazione soprattutto per capire errori ed avere tenacia

    Mi piace

  2. Lauretta , apro velocemente e trovo superconsigli !!!
    Ho potato le rose , neanche tutte e , leggendo ora le tue perle di saggezza , vedo che qualche errorino l’ho fatto ; cercherò di rimediare dopo la pioggia , visto che , come giustamente sottolinei , ora si può intervenire direttamente con le mani , visto la tenerezza dei germogli .
    Comunque le immagini sono chiarissime e le spiegazioni immediate : certamente potranno servire anche a principianti , non solo ai dubbiosi .
    Brava Lauretta , sei proprio super ………………bacioni

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...