Aster antigelo…

L’esplosione di colori che gli aster ci hanno donato nei mesi scorsi è ormai un ricordo, adesso sono sfioriti e si tratta di decidere se reciderli, sminuzzarli e compostarli subito, oppure se aspettare la primavera.
C’è una terza soluzione: da qualche anno ho scoperto che possono essere utilissimi come riparo antigelo

p1090999

io faccio così: taglio gli steli alla base e li raccolgo in mazzi che utilizzo per proteggere le piante più delicate.
I rametti conficcati nel terreno ripareranno dalle gelate e ridurranno lo schiacciamento dovuto al peso della neve.

p1300494

Considero «delicate» soprattutto le piante che pur essendo rustiche sono sistemate temporaneamente in vasetti di plastica, le loro radici non avendo la protezione del terreno sono più esposte al gelo.
Perciò raduno i vasi nella vasca delle aromatiche, il punto più protetto e soleggiato del giardino, copro la base con foglie secche e pianto i rametti dei settembrini costruendo una sorta di boschetto artificiale. Se le temperature saranno particolarmente rigide aggiungerò anche il «velo da sposa» in tnt.

p1490921
Nella foto il mazzo di aster sfioriti e alcuni rametti già posizionati.

Laura Caratti

Annunci

8 thoughts on “Aster antigelo…

  1. Ciao Laura, anche i miei aster sono ormai sfioriti, ma non riesco a decidermi se tagliarli o lasciare che si disseminano, il tuo consiglio magari mi aiuterà nella scelta soprattutto con quelli che ho depredato dall’orto della mia mamma (che non sono riuscita a fotografare) …avranno bisogno di dare forza alle radici più che alla produzione di semi…..

    Mi piace

  2. I miei aster non hanno bisogno di irrobustirsi, spesso li devo ridimensionare perché sono un po’ invadenti, forse in un giardino roccioso hanno dei freni, ma qui corrono persino troppo! Li taglio ugualmente perché quando sono sfioriti li trovo un po’ tristi e perché mi servono…

    In merito al fatto che si possano disseminare autonomamente, ci sono due teorie:
    Luisa Bossi, la mia amica-coautrice dice che da lei succede e li taglia anche per questo motivo, oltre che per irrobustirli come ha scritto nel libro.
    Nel mio giardino non mai notato piantine nate da seme e qui nasce proprio di tutto perché utilizzando il compost autoprodotto i semi si spargono con facilità, ma aster niente. Anche negli anni passati quando desideravo alcune varietà e avevo provato a seminarle ho fallito. Secondo me non è così facile ottenere piante da seme

    Per contro l’erigeron karviskianus da me si dissemina alla grande, mentre da Luisa non è mai successo…
    morale della favola: le regole e i consigli valgono fino a un certo punto, nel Giardino svelato (libro e blog) riportiamo semplicemente le nostre esperienze, gli aster pacciamanti qui da me hanno dato ottimi risultati!

    Mi piace

  3. Je découvre votre blog un réel plaisir mais je n’arrive pas à traduire ,le plaisir des yeux est la et quelques mots italien me permette de comprendre un peu ,splendide photos vos asters sont un décor superbe .
    Merci à vous et très beau weekend.
    Emmanuelle

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...