La rosa ‘Bonica’ un arbustiva moderna che non delude

Se vi piacciono le bacche delle rose e se cercate una rosa robusta, affidabile e rifiorente la rosa ‘Bonica‘ potrebbe essere la scelta giusta.

È una rosa a cespuglio moderna molto diffusa e apprezzata perché facile da coltivare. Naturalmente resistente a malattie e parassiti, non richiede trattamenti ed è particolarmente fiorifera. Quando è adulta raggiunge facilmente un metro di altezza e di larghezza. Non ha bisogno di potature regolari e può sopportare temperature di 20 gradi sotto zero.

È stata introdotta da Meilland che l’ha classificata fra le rose paesaggistiche. In effetti è molto adatta a creare un punto di interesse in grandi spazi, ma anche in un piccolo giardino a bassa manutenzione l’inserimento di un unico esemplare potrebbe dare grandi soddisfazioni: la copiosa e continua fioritura e la bellezza delle bacche la rendono un arbusto attraente durante tutto l’anno.
da-michele-p1490085

Rosa Bonica fotografata durante la visita a Le Paradis des Papillons – 9 ottobre (foto Laura Caratti)

Perché ho deciso di scrivere questo articolo?
Perché Maddalena Piccinini, che ha una ricca collezione di rose, l’ha inserita nella lista delle sue preferite ne “Il giardino svelato” e perché a ottobre, visitando il giardino di Michele Calore, non ho potuto fare a meno di notare la magnifica siepe che vedete in foto.

Così ho indagato un po’ e guardando altre foto ho capito che della ‘Bonica’ apprezzo soprattutto l’aspetto autunnale. Non l’ho mai coltivata e in ogni caso non potrei inserirla nel mio piccolo spazio che ormai è sovraffollato.

Riporto invece le esperienze dirette di Maddalena e Michele

Maddalena Piccinini:

Bonica è una rosa valida sotto ogni aspetto. Sviluppo contenuto, ottima rifiorenza in color rosa che assume col tempo tonalità più chiare, dando ai cespuglio un bellissimo tono cangiante, e poi ottima produzione di bacche tra una fioritura e l’altra, in modo che il cespuglio è gradevole anche in autunno. Due anni fa ne ho piantate 15 a radice nuda per coprire una piccola scarpata, sono cresciute bene qualcuna sta ancora fiorendo, e siccome io non le ripulisco hanno sempre parecchie bacche in autunno.
bonica-fiori-2016

La rosa Bonica fiorisce abbondantemente in corimbi di 5-15 fiori. (foto Maddalena Piccinini)

rosai-bonica-con-sfondo-di-rosarium-uetersen-2016

In questa foto è visibile l’effetto cangiante della fioritura, sullo sfondo Rosarium Uetersen nel giardino di Maddalena Piccinini, autrice della foto.


Michele Calore:

I più esperti snobbano Bonica & company perché moderne… a me piace e la uso volentieri per la sua robustezza e versatilità, l’ho collocata in una posizione semi-ombreggiata in compagnia delle ortensie ‘Annabelle’, di hosta e astilbe  creando una composizione abbastanza insolita per le nostre latitudini. Avrei potuto usare una rosa palustris che produce bacche altrettanto attraenti ma non avrei avuto la stessa rifiorenza.
Mi piace molto la sua corolla e la tonalità del colore, soprattutto in questo angolo. In primavera la poto a circa 70 cm di altezza per mantenerla compatta.
Certo non rinuncerei a Bonica 82! Nulla di negativo per questa rosa.

bonica-14689810_10209335552123701_583297532_o

Rosa Bonica durante la fioritura fotografata da Michele Calore.

da-michele-p1490089

La stessa siepe fotografata in autunno. La pianta ha mantenuto un fogliame sano malgrado la stagione avanzata, ci sono lievi tracce di ticchiolatura ma anche in ottobre la fioritura continua. (foto Laura Caratti)


Nomi secondari: Bonica ’82, Demon, MEIdomonac
Autore: Marie-Louise (Louisette) Meilland / Jacques Mouchotte
Luogo di Origine: Francia
Ibrido: Floribunda
Anno: 1981
Portamento: cespuglio solido con fogliame semi-lucido verde scuro.
Altezza: 60 – 150 cm
Larghezza: 120 – 185 cm.
Utilizzo: siepi basse, scarpate, gruppi isolati e aiuole di arbusti, si presta anche alla coltivazione in contenitore.
Densità: 80-100 cm di distanza l’una dall’altra
Fioritura: rifiorente da maggio a dicembre
Profumo: non profumata
Colore: rosa neyron chiaro
Diametro fiore: 6 cm
Corolla: rosetta
Bacche: molto decorative
Potatura: una volta l’anno, a fine inverno
È stata premiata dall’A.A.R.S americano e dal prestigioso A.D.R. tedesco. Eletta “Rosa favorita del mondo intero” 2003/2006.
Annunci

7 pensieri su “La rosa ‘Bonica’ un arbustiva moderna che non delude

  1. Ecco stavo giusto cercando una rosa da piantare sotto la lagerstroemia. Le bacche della Bonica ben si abbinano alle foglie rosso cupo della lagerstroemia in autunno. Grazie Laura

    Mi piace

    • Se vuoi molte bacche evita di ripulire il cespuglio dopo la fioritura primaverile, se invece vuoi incoraggiare la rifiorenza allora taglia i boccioli sfioriti così la pianta si mette subito in moto per crearne di nuovi. E’ una regola che vale un po’ per tutte le rose, probabilmente lo sai già…

      Mi piace

  2. Cercherò anche La Rosa Bonica, ha dei mazzetti di rose stupendi!!!!
    Io di abitudine , ogni rosa che sfiorisce la tolgo subito, per riavviare una nuova fioritura.
    Non so se avrò la pazienza di vedere quelle meravigliose bacche in autunno!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...