Ho incontrato Jorn De Précy

(Laura Caratti)

Quali caratteristiche deve avere un libro da leggere in vacanza? Per me deve essere prima di tutto compatto e concentrato, non troppo impegnativo ma neppure scontato o inutile… e che mi lasci qualcosa quand’è finito. In vacanza sono più attenta e ricettiva e sarebbe un peccato sprecare questa occasione.
Il libro di cui vi parlo non è una novità editoriale, abbiate pazienza ma io son lenta… incontro piante, libri, persone quando il momento è giusto per me, e adesso era il momento di conoscere Jorn…

P1400870

E il giardino creò l’uomo. Jorn De Précy – Ponte alle Grazie
quando uscì nel 2012 titolo e sottotitolo non mi convincevano, le recensioni che avevo letto, sebbene positive, non mi invogliavano. Detto tra noi temevo fosse un gran mattone, così me ne sono dimenticata per anni.
Ora che l’ho finito posso dire che è breve, profondo e bellissimo. C’è una vena sottilmente ironica che ci accompagna durante la lettura. “Un manifesto ribelle e sentimentale per filosofi giardinieri”, questo è il sottotitolo, ma non deve spaventare… la filosofia di cui tratta è facilmente fruibile e godibile per chi conosce i segreti di un giardino.
Si tratta di riflessioni e concetti che ho sentito molto affini ma che per me era difficile mettere a fuoco, nel libro sono esposti  in modo elegante ed anche divertente, con una leggerezza che non si trova frequentemente, soprattutto nei libri che parlano di giardinaggio.

Il lavoro del giardiniere non conosce interruzione tra l’operato della mano, dello spirito e del cuore. Quando rimescola sapientemente il terreno con le dita, allargando lo scavo in cui metterà a dimora una pianta, il suo spirito esplora il mistero di quella profondità accogliente, umida, formicolante di vita. Mentre diserba, e pensieri, ricordi e fantasticherie gli attraversano la mente, s’interroga sulla vita e si lascia interrogare da essa. Il giardinaggio caro lettore, non è che un dialogo ininterrotto con la terra. Certo, come dicono le riviste di giardinaggio più sempliciotte, se nel mondo vi è ancora un poeta, questi è proprio il giardiniere!
Un poeta felice, un idealista che per qualche ora al giorno vive immerso nel proprio ideale e senza posa lo trasforma in realtà grazie alla compiacenza della natura.
E mentre lavora dimentica tutto, compreso se stesso.

Ovviamente non è un manuale di giardinaggio in cui si svelano tecniche o nozioni sulle piante, ma non è neppure un saggio. Io lo vedo più come un bellissimo racconto con un finale a sorpresa che non svelerò.
Ormai è cosa risaputa, ma se ne siete all’oscuro e avete intenzione di leggerlo, il mio consiglio è: iniziate senza indagare, restate nell’ignoranza come ho fatto io, che leggo le recensioni e poi fortunatamente le dimentico.
Solo dopo aver finito ho consultato youtube e ho avuto modo di conoscere meglio Marco Martella, il curatore del volume che è uno storico dei giardini e nel frattempo ha pubblicato un altro libro: Giardini in tempo di guerra. Sicuramente leggerò anche quello.

Ora vi lascio, devo andare fuori… da parecchio tempo sento che il mio genio mi chiama, dobbiamo discutere perché sta facendo tutto di testa sua e comincio ad avere qualche problema a penetrare nella giungla…

Annunci

One thought on “Ho incontrato Jorn De Précy

  1. Ciao. Bellissimo libro, l’ho letto un anno fa, ma è perfetto, uno dei miei libri preferiti, infatti la mia firma nel forum di giardinaggio, e altri forum spesso è sempre questa: “Nel grande deserto che è diventato il mondo degli uomini, non ci resta che il giardino”.

    Consiglio anche io la lettura di questo libro, fa vedere il giardino dall’altro lato (quello che piace molto a me), con amore nei confronti di esso, rispetto, e comprensione.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...