Le prime impressioni, condivisioni, recensioni

Il libro è uscito solo una dozzina di giorni fa, entusiasmo alle stelle!
Non ci aspettavamo un’accoglienza così calorosa…
La prima recensione è stata quella di Mimma Pallavicini

Questo libro secondo me è importante perché doppia su carta quel che sta avvenendo nei blog su internet: porta una ventata di freschezza e una testimonianza vera e profonda, sin qui poco o nulla considerata, di persone “normali” ma che sanno affrontare il mondo dei giardini con strumenti di cultura, creatività, gioia, voglia di fare e sperimentare con le piante e lo spazio. Il libro è di qualità non solo perché è ben impaginato (vista la professione di Laura Caratti non è difficile capire il motivo), ma perché a raccontare il loro giardino sono gli autori stessi che si mostrano per quel che sono senza i birignao di certe cerchie di eletti e anche perché è ricchissimo di fotografie (oltre 600). Non l’ho ancora letto tutto, ovviamente, ma ho molto apprezzatola leggibilità, l’approccio documentario e la chiarezza. Una lezione all’editoria malconcia di questo Paese e un’iniezione di fiducia a tutti coloro che, spaventati dai grandi giardini che si vedono pubblicati in giro, hanno sempre pensato di non potersi permettere un piccolo regno privato di felicità.

ancora complimenti per il progetto, Non so quanto coscientemente, insieme e in modo lieve, avete aperto una strada

Poi è arrivata la Compagnia del Giardinaggio… molti degli autori hanno frequentato e frequentano tutt’ora le pagine del forum

Alex 66:

Sono a pagina 139 mi riconosco piu in alcune storie rispetto ad altre, e piu in alcuni stili narrativi. A parte le senzazioni private il libro è bello in toto, è bella l’idea la realizzazione e comunque l’amore che tutti hanno per il proprio spazio verde.

Ciombolino:

Mi aggrego al coro di complimenti, non posso far altro. Il libro è finalmente un manuale pratico che fornisce dritte utilissime per i giardinieri, non il solito saggio filosofico dell’ “idea di giardino”.

Aku:

L’ho letto tutto d’un fiato, ma poi rileggerò con calma tutto quanto. In ogni esperienza di giardino si sentono la passione, la competenza conquistata e anche una grande umiltà. Questo rende la lettura scorrevole ma non banale, e personalmente, ad ogni pagina mi ritrovo, ritrovo gli stessi gesti e gli stessi pensieri che faccio io, sul mio giardino, ritrovo nomi familiari di painte amate, rivedo scroci dei vostri giardini su cui continuo a sognare ogni volta che rileggo i topic della cdg.
Un valore aggiunto è per me il fatto che si tratti di giardini del nord, in prevalenza con le stesse identiche caratteristiche del mio terreno e del mio clima. Amo molto i giardini di Laura, di Edoardo (che ha gusti assai simili ai miei per le fioriture e le piante scelte), Alberto ed Eddi. Ma in tutti, in tutti nessuno escluso, mi sono emozionata nel vedere l’intraprendenza, l’interpretazione personale, la passione, la bravura che porta a coltivare in modi eclettici, su roccaglie, su ciò che prima era solo cemento, su un fazzoletto di terra o grandi distese, spaziando ognuno su una visione diversa di cosa sia il giardino..
Mi sono ritrovata moltissimo anche nella piccola appendice finale “Un’ora al giorno per..” Non c’è una riga in cui non mi sia rispecchiata perfettamente.
Bravi, bravi tutti!
Il messaggio che mi arriva forte e chiaro è che i giardinieri siano dei grandissimi sognatori, sognano in grande e poi ce la mettono tutta per realizzare ciò che hanno in mente. Prendono un pezzo di terra e lo trasformano in un paradiso!Grazie per aver condiviso le vostre esperienze.

Bruna Stupino:

Acquistato, letto la prefazione molto mirata e piacevole, sfogliato tutto, goduto delle immagini fantastiche, ed ora ricomincio leggendo anche i testi, soffermandomi sulle fotografie (tante già note e care) e partendo dal giardino di Eddi che trovo splendido. Poi sarà la volta della lettura di quello di Daniela DDT55 che conosco meglio e che mi ha dato tanti, ottimi e preziosissimi consigli per il mio giardino. Poi, con veramente estrema attenzione ad ogni parola ed ogni immagine, proseguirò nella lettura di questa meraviglia per la quale ringrazio davvero tutti. Sto nuovamente rivedendo qualcosa da noi e non sapete quanto giunga a pennello questo testo.

RaganellaVerde:

Ohhh, finalmente ieri ho ricevuto il libro! 🙄
L’ho sfogliato velocemente e confermo anch’io che è bellissimo, anzi supera le aspettive: mi ero immaginata, chissà poi perché, un libro più sgranato, scritto a caratteri grandi, e un po’ auto-celebrativo, e invece è fitto di informazioni e di foto e di dettagli importanti anche nelle didascalie.
Ho cominciato a leggere qua e là (Laura, Ddt55, Pegasus) e mi sono subito balzate agli occhi le descrizioni dei fallimenti 😉 ringrazio di questo gli autori che non hanno fatto finta di essere nati “imparati”, ma anzi ci spiegano con sincerità dove hanno fatto il passo più lungo della gamba e come hanno fatto a capirlo e a rimediare.

NadiaVi:

sento il bisogno di condividere subito il pizzico di commozione che mi ha preso sfogliando a caso le pagine e trovando subito le foto in bianco e nero del nonno….di chi era nell’orto già da piccola (lo ammetto, le vecchie foto di famiglia mi inteneriscono). Credo che centellinero’ il libro, almeno inizialmente, ma poi sarà come se non avessi mai letto un libro di giardinaggio, lo so.

Peo:

Il libro, tanto atteso, non mi ha deluso. Anche se i giardini degli amici C.d.G. già li conoscevo, ho comunque scoperto cose nuove. Ancora una volta ho sospirato sulle rose di Pegasus; ho radiografato le foto del giardino di Alberto, che per certi versi ricorda il mio (che presuntuosa 😳 ) e che pertanto mi offre molti spunti; ho deciso di copiare Iaia e di utilizzare le bottiglie per le semine (finora mi sono limitata alle vaschette in cui vendono le carote 😆 ); e le calle di Eddi ….

Brunabretti:

E’ una settimana che ho in casa il libro e, nonostante il poco tempo, ho quasi finito di leggerlo tutto. Vi ringrazio tutti perchè ci avete fatto un bel regalo.
E’ un libro da sfogliare leggere rileggere risfogliare: già ho trovato alcune ottime idee da sfruttare e, sono sicura, che ricorrerò sovente alle sue pagine. L’unico rammarico è che si vorrebbe saperne ancora di più, più particolari, più foto, più dettagli, più consigli. Mi rendo conto che non si è potuto fare e non lo sarà neanche in futuro ma alcuni dei giardini pubblicati meriterebbero una monografia.

Gabriliz:

Acquistato da Feltrinelli! Non ho avuto tempo di leggere tutto, ma l’ho sfogliato . Come sapete il mio cuore corre alle rose e subito ho letto la parte di Pegasus. Quante cose in comune abbiamo, anche gli errori. Poi Ddt e Luisa, che piacere ritrovarvi e sentire le vostre voci come in un fantastico pic nic di qualche tempo fa. Poi Alberto, Eddi. Non vedo l’ora di potermi sedere in poltrona con calma e leggerlo tutto. ‘E vero, il formato un po’ più grande avrebbe fatto godere al meglio le foto e anche lo scritto un po’ più incisivo (ma lunedì mi opero e magari lo vedo meglio). Complimenti a tutti, avete fatto un ottimo lavoro!

Judetheobscure:

A me è piaciuto molto, perché amo capire la genesi di un giardino (molto illuminanti le foto prima e dopo!) e benché per la maggior parte fossero giardini conosciuti qui o sui blog, questo era un elemento mancante. Mi ha anche dato modo di riflettere, perché in gran parte non sono grandi giardini (quello di Eddy, per esempio, mi aveva tratto in inganno: solo qui ho capito che è sui 300 mq) e mi sono resa conto che è molto più difficile portare a compimento un giardino grande che uno piccolo: una piccola consolazione, per me che sono sempre in ritardo su ogni lavoro e allo stadio di “eterna incompiuta” per ogni progetto, anche dopo 9 anni che ho preso le redini del mio pezzo di terra.
E poi altre riflessioni sparse, che valgono poco come recensione, ma che per me sono state stimolanti. Per esempio pur nella diversità di attitudini, soluzioni e condizioni pedologiche, ci sono piante che ritornano ostinatamente in ciascuno, così come finiscono con l’essere sistematicamente consigliate qui sul forum (dalla rosa Mme Alfred Carrière alla Verbena bonariensis, per nominarne due): non è solo mancanza di originalità o di conoscenze botaniche, è che alla fine si ha bisogno di iniziare su piante su cui poter contare.

Pallina:

un’incredibile sorpresa questo libro, non solo perchè sono assente da questo forum da tantissimo, forse troppo tempo, ma perchè vi ho ritrovato una carissima amica 😀 Ciao Daniela DDT felice di saperti attiva e sempre impegnata, sei presente in vari punti del mio giardino e soprattutto nel mio cuore, per la generosità con cui mi hai donato piante, consigli, tanti e affetto.
Bravissimi tutti i partecipanti a quest’impresa epica, per l’iniziativa e la capacità di riunire persone anche molto distanti, ma come ben sappiamo tutti, la passione fa superare moltissimi ostacoli, e in questo caso di passione ce n’è in grande abbondanza ed il risultato è magistrale.
Sono certa sarà un ottimo successo che cercherò di divulgare per quanto mi è possibile.

Ma anche sul forum Giardinaggio.it arrivano i primi apprezzamenti

Assodifiori

beh che dire, complimenti nata, mi sembra che qui sono l’unico ad averlo letto, mi considero un privilegiato. Bello il tuo racconto che parte da lontano…e poi le immagini del tuo terrazzo…..da lasciarci il cuore

(Natabruja è Teresa Luciano sul forum

 

 

Ho incollato solo qualcuno dei commenti… ragazzi… se andate avanti così ci montiamo la testa e facciamo una ruota da fare invidia ai pavoni di Michele!


Mi emoziona a anche vedere su Facebook le foto dei libri appena arrivati, qualcuno l’ho venduto io…

Schermata 2016-02-29 a 23.00.06Schermata 2016-02-29 a 23.19.07Schermata 2016-02-29 a 22.59.22Schermata 2016-03-01 a 20.45.27Schermata 2016-03-01 a 22.29.38

Schermata 2016-03-02 a 20.42.20

e ci sono i messaggini che arrivano su FaceBook

Marco Scarici:

Laura, grazie della tua amicizia! Casualmente ho avuto modo di “imbattermi” con IL GIARDINO SVELATO… cosa dire: amore al primo incontro! Mi piace molto il concetto di “svelato” rende a pieno il modo di porsi di molti appassionati e non nei confronti di quei luoghi, i giardini, che vario titolo ci vedono in una “latta” continua ma sicuramente, follemente innamorati!
Questo libro non ha deluso le aspettative sino al punto di condividerne contenuti, veste grafica… In ognuno dei protagonisti sembra di ritrovare comuni percorsi che hanno generato queste “isole verdi”. Noi, appassionati di giardini,che con piacere lottiamo per regalarci, tra una sconfitta e l’altra, un angolo dove deliziare lo spirito sono certo che da questo libro possiamo trarre infiniti spunti. Spero questa esperienza editoriale possa migrare in altre aree geografiche al fine di conoscere altre verdi avventure… A presto.
Volevo aggiungere: il bello di questo libro è il narrare associato ad immagini con una immediatezza lontana dallo “snobismo” del verde! Prerogativa, questa, che ho trovato fortunatamente il tutti i protagonisti di questo bellissimo libro. Grazie del regalo che ci avete fatto…

e la prima recensione su Amazon… addirittura 5 stelle!

Un libro molto bello, scritto da 12 appassionati giardinieri e che descrive la genesi e lo sviluppo di altrettanti giardini. Non è un manuale tecnico, ma un racconto di come un giardino si sviluppa, a partire dai sogni, passando per tentativi e fallimenti, fino alla realizzazione. Dentro i diversi racconti troviamo descrizioni precise degli intenti di ogni giardiniere e della realizzazione, con consigli pratici e descrizioni essenziali delle piante usate, ma soprattutto troviamo la passione, la fatica, la soddisfazione che accompagnano ogni giardiniere. Il testo è arricchito da bellissime foto (con accurate didascalie) da cui trarre ispirazione per bellissimi e inusuali accostamenti verdi, e dalle piantine dei giardini descritti.
Lo consiglio vivamente a tutti i giardinieri appassionati, davvero ben fatto!

E’ vero, ci siamo impegnati molto cercando di dare il massimo
ma il vostro entusiasmo ci ha ripagati abbondantemente, un’accoglienza che non avremo mai sperato

Aggiungo anche questa foto di Anca Matrioska prelevata da FB “si cartea e superba, idei de amenajat gradina”
(non so che cosa voglia dire, ma Anca è un’appassionata di cose belle, mi fido di quel che scrive…)

anka

e che dire di questa bellissima accoglienza da parte di Donatella Mecchia Un giardino in diretta … lei ha un modo di “essere nella Natura” che è molto simile al nostro

il giardino svelato - un giardino in diretta (2)

e c’è anche Chiara Palombo di Giardinote

Chiara Palombo

chiara10208824138510286_5670860007631557389_o

grazie a Nicola e Andrea:

13123414_10206148980311508_2639710058781329832_o

grazie a Ileana:

ileana Sofian P1450604

 

grazie a Lidia che ha fotografato anche quel che non tutti vedono, è stato faticoso ma era importante che ci fosse…13giardino_svelato

11giardino_svelato

 

Grazie a tutti!

Annunci

3 pensieri su “Le prime impressioni, condivisioni, recensioni

  1. Libro stupendo.
    Ti apre il cuore, la mente e l’anima.
    Per un appassionato in erba come me è un autentica “bibbia”.
    Ti fa capire che per avere un bel giardino ci vuole passione e voglia di mettersi in gioco. Anche in piccolo (per quello che mi riguarda), invidiando maliziosamente chi ha spazio per esprimersi e sperimentare.
    Metterò in pratica i consigli contenuti nel libro e dopo, magari tra qualche futura edizione, si può anche sognare di diventare un collaboratore.
    In una sola parola: grazie…di cuore.

    Mi piace

    • Grazie a te Pietro, i complimenti fanno sempre piacere. Ma in questo caso anche la pubblicità, il passaparola sono importantissimi!
      Per mantenere il prezzo del libro a un livello accessibile l’editore ha dovuto stamparne parecchie copie… se gli rimanessero in magazzino mi sentirei un po’ in colpa. Ho insistito parecchio per convincerlo che era un buon progetto e che gli appassionati sono tanti, speriamo che sia davvero così:)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...