L’angolo delle presentazioni – 2

Qui scrivo o scrivete voi due righe sugli Autori, così ci conosciamo
le età sono approssimative, anche sulla mia sono stata vaga…

MAD (provincia Varese, al confine con la Svizzera dove lavora)
Nata a Bucarest, parla 3-4 lingue (?), ha lavorato a lungo in studi notarili, spero che questo stile di scrittura non la influenzi tanto e non prenda troppo sul serio il compito… Per contro in giardino è selvaggia. E’ un’ultras del giardinaggio, studia, si documenta, viaggia sempre con questo tarlo nella testa. Non fa foto…. (ma le farà), il suo giardino è molto suggestivo, un vero giardino segreto pieno di tesori nascosti che emergono da ogni angolo. Non ha molto tempo per curarlo
Queste sono le foto che ho scattato da lei
https://plus.google.com/photos/100569094854296708268/albums/6012264048692041233?banner=pwa
https://plus.google.com/photos/100569094854296708268/albums/5742850984270821553?banner=pwa
nell’ultimo link ci sono anche alcune foto scattate nel giardino di Daniela DDT
Rose profumate, arbusti profumati, erbacee, (piccole cactacee che cura con il suo compagno Bruno)

EDOARDO SANTORO (collina torinese)
Agronomo, insegna all’università popolare, responsabile dei giardini medievali del Borgo Medievale e Palazzo Madama, fondatore associazione Sguardo nel verde che organizza corsi, viaggi, attività varie.
Racconterà del suo giardino privato.
Grande capacità comunicativa, riesce a trasmettere il suo amore per le piante e la sua competenza senza usare paroloni.
Giardino medio-piccolo (200 mq ?) sulla collina torinese, per buongustai, arbusti e erbacee rare, ricorda un po’ i giardini che ha progettato per il comune di To
ha la capacità di farti apprezzare il lato botanico. E’ un giardino sottovoce, di piccoli segreti
No colori sgargianti, no piante “troppo artificiali”
ha usato poche rose perché non le ama particolarmente anche se le ha utilizzate molto nei giardini che ha curato per altri.
no graminacee in un giardino medio-piccolo non le trova adatte
https://www.youtube.com/watch?v=AFMkbJlL0wo http://www.sguardonelverde.com/j25/associazione.html

MADDALENA PEGASUS (provincia Piacenza – zona collinare)
Lavora in giardino con suo marito Filippo, appassionato anche lui. Sono entrambi funzionari di polizia in pensione
Casa antica che hanno ristrutturato negli anni. Si son trasferiti sulla collina piacentina e hanno trasformato una grande vigna in un enorme roseto (+ di 400 varietà di rose). Ha scritto molto sul forum CdG, e partecipa ancora, tutti apprezzano la sua competenza e il suo giardino, scrittura fluida, disinibita anche se sempre ben documentata. Maddalena è un tipo schietto e solare, proprio come le sue rose. Giardino grande, di oltre 30 anni, all’insegna delle rose.
Ricorda i giardini inglesi anche per il tipo di arredamento. Amore incondizionato per tutte le rose, non solo nel periodo della fioritura, ma in tutte le fasi, in particolare ama le bacche e le foglie autunnali.
In giardino ci sono anche Clematis, Ortensie, Iris, Erbacee, Arbusti e Alberi da frutto . C’è anche uno stagno e una serra dove conserva le sue cactacee .
Scrive cose carine anche sulla fauna del suo giardino perchè sia lei sia il marito amano molto gli animali (mi piace che riesca a riconoscere le sue rane sentendole gracidare)
http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB3/viewtopic.php?f=2&t=14902

LUISA (Varese provincia)
L’amica di Daniela DDT, anch’io la conosco personalmente, me l’ha presentata lei.
Non ama forum, blog e internet ma usa il computer. Insegnante in pensione.
Mi piace, un po’ riservata ma estremamente competente e arguta. So che dipinge e disegna molto bene.
http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB3/viewtopic.php?t=17286&postdays=0&postorder=asc&highlight=luisa+giardino&start=0 Giardino piccolo, in pendenza terrazzato
La presentazione di Daniela DDT sul forum è carina:
Luisa innanzitutto è una carissima amica, per intenderci di quelle che nella vita incontri rarissimamente. Luisa è la mia maestra di giardinaggio: ha iniziato a coltivare qualche annetto prima di me e ci siamo conosciute quando io ero proprio una capra e non distinguevo una dalia da un gladiolo.
Immaginatevi dunque la costanza e la pazienza, per istradarmi su questo percorso che non ho più abbandonato. In seguito l’abbiamo percorso insieme ed il nostro sodalizio è tutt’ora molto efficace! Prima di iniziare un avvertimento: le foto sono da guardare con occhi superspalancati, perchè?
Perchè nei giardini comunemente ci sono tre livelli di coltivazione: gli alberi, gli arbusti e le erbacee, bulbose…. Qui i livelli non si contano. Alberi ce ne sono pochi, perchè il giardino non è grande. Ci sono arbusti. Da qui in giù, la cosa è inimmaginabile: tutte le fessure tra le pietre sono sfruttate, sotto le erbacee grandi ci sono quelle piccole, più sotto le mini ed infine le micro….
Non credo che Luisa frequenterà questo blog, per sua fortuna può permettersi di stare lontano dai computer e non ne sente la mancanza… beata lei! Però vi terrò al corrente e potrete leggere i suoi testi

ALBERTO ALBERO (Venezia provincia)  Giardino grande
Non lo conosco molto bene anche se abbiamo avuto modo di chiacchierare telefonicamente e ho visitato virtualmente il suo giardino, ed è affascinante. Sa fotografarlo molto bene. Mi ha dato ottimi consigli anche per la scelta del team
https://altroverde.wordpress.com/
http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB3/viewtopic.php?f=1&t=30862&p=326124#p326124
http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB3/viewtopic.php?t=21393 è un giardino giovane, nato nel 2010 (?) la cosa che più colpisce è l’utilizzo delle graminacee, ma ci sono anche molte rose. Gli ho chiesto di scrivere due righe per raccontarci qualcosa in più, ma è difficile scrivere qualcosa di sé stessi… son certa che si scatenerà sul suo testo

TERESA LUCIANO (NATABRUJA) (provincia Monza)
Fino a qualche anno fa solo lavoro e carriera. Ex manager di un’azienda farmaceutica da quando è in pensione (suo malgrado!) ha riscoperto il gene “giardinicolo” ereditato dal nonno.
Ha un terrazzo di 140 mq in cui coltiva rose in vaso e riesce a raggiungere risultati impensabili (almeno per me). Ma non solo, il suo è un vero e proprio giardino sul terrazzo, peonie, piante da frutto… tutto ciò che un giardiniere può desiderare.
Quindi ha un’esperienza molto particolare, sono curiosa di leggere il suo contributo.
Scrive sul forum giardinaggio.it
http://s753.photobucket.com/user/natabruja156/media/terrazzo%202014/_DSC0727%201600x1200_1.jpg.html
http://forum.giardinaggio.it/fotografie-rose/183111-il-mio-roseto-sul-terrazzo-2014-a.html

MICHELE CALORE Les paradis des papillons (Provincia Padova)
Grande giardino nato nel 2004, un bellissimo blog con foto stupende in cui perdersi tra fiori, farfalle, petali, piume… è un po’ difficile per me che non l’ho mai visto di persona, fare una descrizione e dire quali sono i punti di forza, sono rimasta colpita dalle erbacee e dagli abitanti del suo giardino ( ho un debole per queste cose…) ma se visitate il blog troverete molto di più! Non siate invidiosi come me… è un professionista
http://leparadisdespapillons.blogspot.it/

CLAUDIA MAGGI – IAIA (provincia di MIlano)
E’ una mia cara amica, colei che mi ha insegnato a seminare e ogni anno mi spinge a farlo. Ha un orto molto curato e una visione del giardinaggio molto personale. Fotografare un orto vero non è facile come fotografare un giardino, ma Claudia ne ha scattate alcune davvero carine. Ha un atteggiamento curioso e non convenzionale. Prova, sperimenta di tutto di più…
http://fioridiiaia.blogspot.it/

VALENTINA FORNERIS (Torino)
“Il mio giardino è un piccolo giardino di città ed è la realizzazione di un sogno: vivere più o meno in centro città e potersi permettere di “staccare la spina” dopo una giornata di lavoro togliendo le scarpe e camminando a piedi nudi nell’erba. Di lavoro mi occupo di comunicazione per l’azienda di automobili più famosa d’Italia, ma la mia vocazione, scoperta direi poco più di cinque anni fa da quando ho avuto la fortuna di acquistare questa casa, è molto più legata alla natura. Voglio pensare che non so ancora cosa farò “da grande”, per ora, nel poco tempo che il mio piccolo Tommaso di 2 anni mi concede, mi limito a sperimentare in giardino e a sostenere l’associazione Sguardo nel Verde, che ho fondato un paio di anni fa insieme a Edoardo Santoro. E quando il tempo tornerà, anche a ri-dedicarmi al mio amato blog….http://giardinometropolitano.blogspot.it/.
Mi imbarco volentieri in questa avventura insieme a voi, grazie a Laura per l’idea. Il mio giardino è fiero di essere stato scelto!”

EDDI VOLPATO  Felizzano (AL)
“Sono un insegnante di liceo e insegno scienze.
Ho sempre avuto una passione per i fiori fin da quando ero piccolo. Si tratta sicuramente di un gene che ho ricevuto dalle nonne paterna e materna e che credo di avere trasmesso a mia figlia che non coltiva piante però ha studiato architettura del paesaggio e progetta giardini. Il mio giardino di circa 400 metri quadri è stato creato senza un progetto. All’inizio, una ventina di anni fa, ho cominciato a inserire   piante che mi piacevano, senza pensare a quello che sarebbe successo e all’interesse che esso avrebbe destato. Quando mi sono iscritto alla CdG, circa 4 anni fa , ho visto che quello che stavo realizzando piaceva a molti e allora mi sono esaltato e ho cominciato a dedicarmi ad esso in modo più attento ma anche in modo quasi esclusivo. Ho scoperto che lo stile cottage garden è quello che mi piace di più e ho cercato di ricrearlo.”
http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB3/viewtopic.php?f=1&t=27981&sid=749bb1258cfb52538678c152b33461f2
—-
DANIELA DDT (provincia Varese vicino al lago Maggiore)
Appassionata di lunga data ha incrementato le sue conoscenze lavorando saltuariamente in un importante vivaio anche se il suo lavoro è un altro: è in pensione da qualche mese, mamma di 4 figli e nonna di Leonardo. E’ una piccola miniera, quando ho bisogno di un consiglio so che mi posso rivolgere a lei.
Ha scritto molto sul forum CdG, e partecipa ancora, tutti apprezzano la sua competenza, e il suo giardino.
La sue doti principali: la razionalità e la pignoleria, medita a lungo su ogni impianto, su ogni acquisto, sullo sviluppo e gli accostamenti di colore.
Giardino grande. Molta attenzione agli accostamenti, al variare delle stagioni, al progetto.
Rose, arbusti, laghetto bellissimo, piante rare
http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB3/viewtopic.php?f=1&t=16242
http://www.compagniadelgiardinaggio.it/phpBB3/viewtopic.php?t=27195

Annunci

One thought on “L’angolo delle presentazioni – 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...